Laura per Te

“Io non credo che qualcuno abbia mai insegnato qualcosa a qualcun altro. Contesto l’efficacia dell’insegnamento. L’unica cosa che so è che chi vuole imparare impara. Un insegnante al massimo è uno che facilita le cose, imbandisce la mensa e mostra agli altri che è eccitante e meravigliosa e li inviata a mangiare” ( C. Rogers)

Chi sono? O meglio: chi sono per te? Seleziono gli elementi che penso possano meglio rappresentare il mio viaggio in questa vita per offrirti una prospettiva di evoluzione personale e professionale –verso la piena consapevolezza- che è alla base della scelta di diventare un counselor, nello specifico un counselor sistemico relazionale. Ti auguro, se lo vorrai, di poter attraversare questa esperienza negli ambiti più importati per te. Sono una persona che ha ricominciato a 50 anni; professionista di grandi aziende per 25 anni, ho deciso di lasciare la mia confort zone per cavalcare un cambiamento che rifiutavo, ripartendo da me stessa e dalle passioni giovanili che avevo sacrificato: quindi non è mai troppo tardi e c’è sempre una possibilità!

Il seme di questa profonda crisi è germogliato con la morte di mio padre: questo evento così semplice e naturale, per il quale non ero pronta e, infondo, non lo si è mai ha significato una perdita che ha impattato tutti i sistemi relazionali del mio mondo. Da qui si è lentamente aperta una finestra più profonda sul mio mondo interiore e, in autonomia, lentamente, ho ripercorso le tappe della mia vita per occuparmi di nuovo del mio benessere. In questo viaggio di cambiamento personale ho famigliarizzato con le teorie sistemiche che mi hanno aiutato a illuminare le mie mappe mentali… che non potevano rappresentare le più vaste possibilità del territorio dell’essere umano.

Ho riflettuto sulle mie risorse, su ciò che ero stata e che potevo diventare, radicando altre qualità che avevo messo in campo da sempre come professionista del Marketing e delle Vendite, come l’intelligenza relazionale e l’empatia. Ho smesso di fare la vittima e lagnarmi, accettato fino in fondo la responsabilità della mia vita senza ascoltare le vecchie abitudini -sempre dietro l’angolo. Ho imparato a radicare i miei nuovi apprendimenti con allenamenti costanti alla presenza e alla piena consapevolezza, grazie a diverse tecniche come la riformulazione narrativa e trasformativa delle esperienze autobiografiche, la consapevolezza corporea, il respiro libero, la mindfulness e la meditazione.

Mentre attraversavo questo viaggio di trasformazione personale si è fatta viva sempre più forte la spinta a portare agli altri questa nuova competenza ed esperienza. Ricercavo una nuova professione di maggiore utilità sociale che fosse di aiuto per l’evoluzione delle persone e dei sistemi: è così che sono diventata un counselor, scegliendo poi un orientamento sistemico relazionale. Ecco il mio percorso, verso il counseling ma soprattutto verso la riscoperta di me stessa e dei miei veri obiettivi; lo stesso percorso che oggi vuoi intraprendere tu stesso se stai leggendo queste righe e che ti auguro di portare a compimento: un viaggio che vale la pena di fare per tornare al centro della tua vita, per raggiungere il ben-essere… che non è altro che la soddisfazione di essere consapevolmente la parte migliore di te.

Genova, la mia città natale. I riflessi del sole e del mare si fondono e sono in continuo cambiamento come la vita

Ti è piaciuto? Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Edit